jump to navigation

Un post in dieci righe 18 ottobre 2005

Posted by Isadora in Sammelsurium.
trackback

L’idea è carina e a me piacciono le sfide. Dieci righe, ottanta caratteri l’una, per un post e un form concepito da un sadico per immettere il testo. Affare fatto.
Qui di seguito, il risultato.

Dove sei? Io ti aspetto qui, in quest’angolino rischiarato solo dalla luce fioca di un lampione e mi diletto a fare cerchi nell’aria col fumo della mia sigaretta, mentre i secondi passano e diventano minuti ed i minuti diventano ore e la punta del mio naso sta diventando tutta rossa dal freddo e tu ti ostini a non arrivare. Ho poco tempo, stasera, solo dieci minuti ancora, dieci righe da scriverti, dieci altri pensieri da dedicarti. Dieci righe. Sembrano poche, a dirlo così, sembrano pochi anche dieci minuti. Invece, se ci si comincia a pensare, dieci, dieci, dieci, diventa un’ossessione, i minuti si dilatano, le righe diventano lunghissime ed improvvisamente ho come la sensazione che questi dieci minuti non abbiano alcuna intenzione di finire. E invece – vedi? – sono già finiti.

Commenti

1. riccionascosto - 19 ottobre 2005

Mi sembra buono…
Ma dieci minuti, quante sigarette sono?

2. Io - 19 ottobre 2005

Oggi si blogrodea, comunque.

3. Isadora - 19 ottobre 2005

Riccio, be’, in dieci minuti normali, una, in dieci minuti relativi… n…

Io, non credo di essere in grado, io.

4. stragatto - 19 ottobre 2005

Il “sadico” autore del form in dieci righe di 80 caratteri sono io 🙂

Anzi, ti e’ andata di lusso, perche’ si tratta di un giochino che nacque su terminali a carattere, quelli di una volta (ecco il motivo degli 80 caratteri), prima di internet: e la versione originale era limitata a 5 sole righe. Ma io credo che le costrizioni stimolino la fantasia, anziche’ limitarla.
Saluti ….

5. viscontessa - 19 ottobre 2005

A me mi mettono ansia, le costrizioni mi mettono ansia e mi viene la tachicardia.
Se posso fare quello che voglio sono piena di iniziative e di fantasia ma se mi dici qualcosa, anche una cosa piccola piccola come prendi quella direzione, ecco, io comincio a sentirmi male.
Ed è un casino perchè la vita è piena di costrizioni….

6. Isadora - 19 ottobre 2005

Stragatto, ma un textarea cols=80 e rows=10 nooo?? 😛
Ho fatto una fatica bestiale a farci stare il testo… Comunque l’idea, ribadisco, è molto carina. E sono d’accordo con te: le costrizioni stimolano la fantasia (la sfida di cui parlavo sopra).

7. riccionascosto - 20 ottobre 2005

Isa, il blogrodeo è una sfida, né più né meno che questa qui sopra.
Solo un po’ meno “obbligata” 😉

E no, in dieci minuti ne fumi più di una, sigaretta. Specialmente se aspetti.

8. Isadora - 20 ottobre 2005

Riccio, grazie dell’informazione. Ma io, che c’entro?? 😛

9. riccionascosto - 20 ottobre 2005

Che c’entri con cosa… con il blogrodeo o con il numero di sigarette?

Se è il blogrodeo, visto che hai detto che ami le sfide, la prossima volta potresti anche partecipare… 😛

Se sono le sigarette, niente, era così per dire. Io fumavo poco, ma il numero di sigarette aumentava esponenzialmente quando aspettavo qualcosa o quando lavoravo. Nel primo caso mi distraeva, nel secondo mi aiutava la concentrazione… o almeno lo credevo; il risultato, poi, era lo stesso 😉


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: