jump to navigation

La torta di mele 19 novembre 2005

Posted by Isadora in IsaInCucina.
trackback

L’autunno porta la pioggia, la nebbia, le giornate corte e tanti sapori, provenienti dall’estate appena passata. E ogni autunno, ormai da qualche anno, il contadino mi regala un paio di chili di mele, che mi mettono un po’ in crisi, perché ho sempre paura di non riuscire a consumarle e mi spiacerebbe buttarle. Così la torta di mele è diventata ormai una piacevole consuetudine che riscalda, in compagnia di una tazzona di tè fumante, le mie domeniche d’autunno riempiendo la casa di un morbido ed accogliente profumo di mela e di cannella.

La ricetta è semplice ed il risultato fenomenale. Io, domani, la rifaccio. Così:

Comincio con la base, una pastafrolla fatta con due etti di farina, mezz’etto di zucchero, un rosso d’uovo, un etto di burro e una presa di sale. Con questa fodero una forma da crostata, lasciando un bordo di due o tre centimetri.
Poi passo alla parte più noiosa: pelare e tagliare a fettine sottili le mele (che ce ne vogliono otto etti e se son piccole come quelle che mi dà il contadino ci vuole un sacco di tempo…). Nel frattempo faccio sciogliere mezz’etto di burro, mescolo mezz’etto di zucchero con un mezzo cucchiaino di cannella in polvere e spalmo uno strato sottile di confettura di mele al Calvados (una prelibatezza!) sulla pasta. Su questa base dispongo le fettine di mele a strati, spargendo qua e là chicchi di uva passa (avendone voglia e tempo, si possono far rinvenire prima in un bicchierino di qualcosa di alcolico, o anche solo di acqua, che sono ancor più buoni).
A questo punto verso il burro fuso sulle mele, cospargo con lo zucchero aromatizzato alla cannella e con mandorle a fettine sottilissime.
Metto in forno a 200 gradi per 30-35 minuti e lascio raffreddare nella tortiera (ma non ce la fa mai ad arrivare intonsa a temperatura ambiente…).

Per i più curiosi, questa torta ha anche un nome: si chiama “Badischer Apfelkuchen”.

Annunci

Commenti

1. Minerva - 19 novembre 2005

giuro che sento il profumo.
potresti incartarci la torta (e spedirmela) con questa carta da pacchi color cacchina d’uccellino con l’aviaria…..gusto tedesco eh?
bene , ti lascio alla tua bad aaapf……ciao Isa!

2. Isadora - 19 novembre 2005

Minnieeee, maddai!! Ma ti sei coalizzata con la riccio (lei dice cacchina di Ares, ma il concetto è quello… ognuno ha le amiche che si merita… ma che monitor avete, stregacce?)??
Senti, guarda, sono così contenta di “vederti” che quasi quasi te la spedisco per davvero, la torta! Anzi, no, vieni a trovarmi che ce la mangiamo insieme…

3. Fabrizio - 19 novembre 2005

Non ci metti lo zenzerooo??

4. Isadora - 19 novembre 2005

ommadonnina… lo zenzero?? Nella torta di mele? Ma dici sul serio? Brrrr…

5. Giovanni Di Cristofano - 19 novembre 2005

Gute Nacht, bitte… Vedo che qui ognuno mette quello che gli pare ..Vorrei fare un piccolo sfogo mio. Titolo:SE POTESSI AVERE MILLE RIGHE AL MESE.DISGRAZIATO

Seduto in terra tende la mano. Datemi venti buone righe alla settimana. Un fatto. Una notizia esclusiva che interessa.
Niente.
Solo carità pelosa. Roba che nessuno vuole. Che non sanno dove mettere.
Le signore mi portano i loro racconti erotici e le lagnose poesie. La ricetta della torta di mele, esclusiva.
I signori? i commenti sulla politica estera ‘secondo me Bush dovrebbe’ …. All’inizio mi portavano gli articoli su Berlusconi, glie li sbattevo in faccia. Hanno smesso anche con i terroristi, da quando gli ho detto ‘Statevi accorti, tengo uno zio a Bassora’.
Poi ci sono i saggisti, ah se potessero tornare a scuola adesso e far vedere alla maestra quante cose sanno, che paroloni difficili.
E i diari, tanti diari, datemi un chicco di riso per ogni diario con monologo: ‘Oggi mentre mi facevo la zuppetta pensavo..’ .
E naturalmente le invettive, meno male che sono arrivati gli iraniani; di ebrei, palestinesi e irakeni non se poteva più. Ma facciamoci i fatti nostri.

6. Giovanni Di Cristofano - 19 novembre 2005

Bitte nocheinmal ..è qui che Frau Isadora KKK tiene il corso -Cuci il buco del calzino con l’uovo ben sodo?- gdc

7. Isadora - 20 novembre 2005

Buongiorno a te, Giddiccì, ti vedo ombroso, la torta non ti è piaciuta? 🙂

Io, purtroppo, di notizie esclusive non ne posso offrire, mi mancano proprio i mezzi per ottenerle e poi il mio mestiere (anzi, i miei mestieri, quello che ho imparato e quello col quale provvedo al mio sostentamento) sono lontani anni luce dal giornalismo e dalla scrittura, quindi non saprei proprio da che parte cominciare.

Posso solo offrire una visuale ravvicinata, ma assolutamente soggettiva sul mondo di lingua tedesca, qualche opinione più o meno fondata, qualche divertissement, un paio di link che mi paiono interessanti, qualcosina da mangiare ed un po’ di buona musica.

Quello che spero di ottenere, oltre al puro divertimento tutto personale e al tenere vive le mie conoscenze della lingua italiana che altrimenti non uso quasi mai, sono commenti, risposte, opinioni, discussioni e anche solo chiacchiere, magari due risate. Prendere o lasciare.

8. Giovanni Di Cristofano - 20 novembre 2005

Allora non ci siamo capiti? Io ho il complesso del Kaiser. Devo andare sempre avanti. Che splendido generale prussiano sarei stato col mantello bianco e il chiodo in testa. Però allora non c’erano le lenti a contatto, come facevo? c’è sempre qualcosa che si mette di traverso. Dove sarei andato a sbattere col cavallo? gdc

9. Giovanni Di Cristofano - 20 novembre 2005

It was really frizzy in the early morning when though Tomboy said to himself -I gotta go, buddy-bikers waiting for me.- … Eeeh ehh ehhpcciaahhh …..

10. Isadora - 20 novembre 2005

Giddiccì, più scrivi e meno ti capisco… fetta di torta? 😉

11. PlacidaSignora - 21 novembre 2005

La proverò il prossimo w-end…però sospetto che senza quella confettura al Calvados, il risultato non sarà così eccellente come sembra (mi pare di sentirne il profumo solo leggendoti ;-**)

12. Isadora - 21 novembre 2005

Guarda, Placida, la confettura al Calvados è la “ciliegina”, ma io, in preda alla disperazione, ho provato persino con la marmellata di mirtilli… è buona lo stesso!!!


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: