jump to navigation

Il domandone 6 marzo 2006

Posted by Isadora in Sammelsurium.
trackback

Chi ha un blog si sente spesso domandare in via diretta o anche attraverso i media: “perché?”. A questo proposito leggevo proprio oggi un articolo interessante sulla versione online del Washington Post: Bloggers on the Reasons Behind Their Daily Words. Interessante soprattutto per le risposte riportate, variegate quanto il panorama dei blog. Alle volte, guardando le statistiche di accesso a questo blog (e certe chiavi di ricerca da far venire i brividi) me lo chiedo anch’io: “perché”?

Una risposta vera e propria non l’ho ancora trovata, fatto sta che scrivere mi diverte e mi rilassa (da sempre), che le discussioni che alle volte si sviluppano intorno ad un argomento qui proposto mi offrono punti di vista diversi dal mio e mi insegnano – sempre! – qualcosa, scrivere in italiano mi consente inoltre di mantenere il contatto con la realtà del mio paese e, ultimo, ma non per importanza, esercitare l’uso della mia lingua madre. Una bella serie di motivi egoistici, insomma.

E voi? Perché leggete? Perché mi leggete? È una domanda retorica (fino ad un certo punto), ma non nascondo che mi piacerebbe che qualcuno si prendesse la briga di rispondere. Per parte mia spero che questo sia uno scambio alla pari, che quello che scrivo, per esempio sulla Germania, serva a scalfire almeno un pochino la superficie del provincialismo e della censura che permeano il mondo della comunicazione italiana attuale, a stimolare la curiosità, ad “accendere” in qualcuno la voglia di saperne di più. Un’illusione, lo so. Ma senza illusioni, senza mete da rincorrere, anche se così modeste, la vita non sarebbe degna di essere vissuta.

Commenti

1. silvia - 7 marzo 2006

Cara Isa…
sembra l’incipit di una lettera alla rubrica di un settimanale… ancora un attimo e scrivo ad Alberoni!!!🙂
Dunque! qui qualcuno deve rompere il ghiaccio e cominciare a gettare alcuni graffiti su quel muro bianco ed intonso delle risposte alla tua domanda.
Perché ti leggo?! troppo riduttivo dire che siamo Amiche da sempre. Certo, il fatto che io sia qui è intimamente connesso alla situazione pregressa, ma non è assolutamente causa determinante.
Leggo alcuni blog, pochi, tra cui il tuo. Qui, come negli altri, c’è una specie di selezione naturale, per cui alla fine incrocio persone con pensieri talvolta o spesso contrastanti il mio, ma in ogni caso interessanti. Io spesso sono silente, sai che non concedo facilmente la mia confidenza e non parlo per parlare. Come dici tu, c’è sempre da imparare, ed avere a portata di ma-(no)-use un salotto multisfaccettato, colto ed interessante, ma non pretenzioso e logorroico, dove la riflessione intelligente si miscela abilmente al lazzo, in un “melting pot” comunque arricchente e divertente è un’occasione troppo ghiotta per non coglierla al volo!
Una riflessione che credo di averti già esposto è che il mezzo virtuale ci permette contatti con persone a noi mentalmente affini, ma soprattutto scevri dall’influenza dei sensi, la vista in primis. Sulla rete incrociamo pensieri/persone con cui raffrontarci in barba ad età, status sociale, sesso e quant’altro.
Ecco perché sono qui, perché qui trovo un angolo di menti conosciute o conoscibili, apprezzabili ed apprezzate, senza orpelli di sorta. E’ un attimo di relax a casa di un’Amica che ha sempre attratto e coinvolo amici piacevoli con cui trascorrere qualche momento di relax e di intimità, sia che si parli della cucina della suocera che di concetti di etica globale!
Baci stretti e fitti!
Silvia

2. silvia - 7 marzo 2006

p.s. ‘sto blog barbaro e lanzichenecco sa cos’è un apostrofo?!? quando ho visto il mio testo mi è venuto un brivido di raccapriccio!!!

3. isadora - 7 marzo 2006

Silvia cara… con tutte quelle A maiuscole mi fai arrossire… mi piace quello che scrivi. Per ringraziarti ti ho messo in ordine gli apostrofi (non so cos’abbia ‘sto blog contro gli apostrofi… vedrò d’informarmi…)

4. kOoLiNuS - 8 marzo 2006

gli uomini ti leggono perche’ sono tutti segretamente (o no) innamorati di te. semplice vero ?

😉

5. isadora - 8 marzo 2006

Uh, kOoL… ma che dici? :-*
(anche se non ci credo, adesso sono tutta ringalluzzita…😉 )

6. Antonella - 17 aprile 2006

Ciao Isa, sono capitata sul tuo blog assolutamente per caso e ne sono felicissima! Sai, io studio tedesco all’università, ma per ora non ho mai avuto la possibilità di andare in Germania . Leggere le cose che tu scrivi sulla Germania per me è bellissimo, perchè imparo davvero tanto!Ti ringrazio davvero🙂 Continuero’ a leggerti assiduamente😉

7. isadora - 17 aprile 2006

Benvenuta Antonella! Che piacere sapere che quello che scrivo “serve” a qualcuno! Spero di rivederti presto!


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: