jump to navigation

Stasera cucino io…(2) 12 marzo 2006

Posted by Isadora in ParentiSerpenti.
trackback

Le frittatine (che poi sarebbero crespelle) non sono difficili da fare, la farina senza glutine funziona, è il resto ad essere un problema. Superato il trauma della pentola, preparo il composto per le crespelle e comincio a cuocerle. E qui nascono nuovi problemi. Perché la cucina di mia suocera, pur essendo di dimensioni esorbitanti e travestita da paradiso della cuoca, in realtà non è stata concepita per cucinarvi veramente.

La cappa aspirante, per esempio. Un modello raffinatissimo a scomparsa, progettato da un nano malato di mente che non si è mai cucinato nemmeno un toast: per accendere la luce sul piano cottura (in modo, per esempio, da vedere ciò che si sta cucinando) o per mettere in funzione l’aspiratore bisogna aprire lo sportello basculante che la nasconde. Una volta aperto, ci si ritrova lo spigolo inferiore di detto sportello con tanto di maniglia d’apertura sporgente ad altezza fronte ad impedire fisicamente l’avvicinamento al piano cottura punendo i tentativi dell’incauta cuoca di guardare all’interno delle pentole a forza di manigliate in piena fronte. Alla decima crespella, la fronte ormai livida, mentre sto meditando sulla possibilità di cucinare a lume di candela stringendo i denti pensando di avere quasi finito, passa mio marito per caso, guarda le crespelle con aria distratta e urla: “tutto lì? Vuoi far morire gli ospiti di fame? Ce ne vogliono almeno il doppio!”.

La voglia di discutere mi è passata ormai da ore, forse anche per via delle ripetute capocciate contro lo sportello della cappa aspirante. Non rispondo, ma finisco di cuocere le ultime crespelle imprecando in silenzio e ne preparo un’altra porzione identica alla prima. Mangeremo crespelle per una settimana, ma in questo momento non m’importa. Ci sono i crostini da preparare, le patate da pelare, la frutta da fare a pezzetti ed il secondo va preparato in stereo per non mescolare tacchino e maiale.

Mia suocera si è tenuta finora a debita distanza per evitare di essere assegnata allo svolgimento di scomode incombenze. D’altra parte, la sua curiosità è ormai incontenibile e decide quindi di posizionarsi in cucina come osservatrice neutrale mentre io mi cimento con la mousse di mortadella. Mi guarda in silenzio per un po’ cercando di capire cosa stia facendo finché non ce la fa più e sbotta: “Ma quella che roba è? Non riesco ad immaginare che sia commestibile!”. Sorrido rassegnata, mentre nella mia mente si affollano immagini di enormi mortadelle che rotolano su mia suocera schiacciandola come una mosca. Il sorriso si fa più disteso. Interessante prospettiva. (continua…)

Commenti

1. riccionascosto - 12 marzo 2006

La farina senza glutine mi sembra un’interessante alternativa… dovrò proporla allo sponsor (le crespelle, in famiglia, le fa lui)

2. kOoLiNuS - 13 marzo 2006

abbiamo appena trasmesso:

Teutoniche Casalingue Disperate

a seguire …..

3. silvia - 13 marzo 2006

tesoro, quand’è che te ne vai un po’ in ferie con qualcuno che cucina per te, prima di fare una strage dando ai parenti tutti la mousse di mortadella alla stricnina, o, peggio, di trasformarti in una novella cianciulli, confezionando perfetti patè ottenuti dai malcapitati?🙂

4. Diego - 15 marzo 2006

Ecco dov’eri!!! Mannaggia…

5. isadora - 16 marzo 2006

son qua, son qua, Vlad…🙂 piacere di rivederti!

Riccio, la farina senza glutine rende piuttosto bene, solo che la paghi a peso d’oro…

kOoL, più tardi, o forse domani, pubblico un’altra strada: stay tuned!

Silvia, quand’è che vieni qui e mi cucini tu un po’??😎 (l’idea del paté non è male…)

6. Minerva - 18 marzo 2006

la mortadella è un po’ pesantina( chiedilo al cavaliere) , preferisco farla al prosciutto, la mousse.
certo, isa, che solo tu puoi cucinare organizzando piani abc, calcolando con formule la capacità delle pentole, assumendo il comando delle operazioni con un piglio da generale :)))))

un bacio

7. isadora - 18 marzo 2006

Minnie, scusa, non so perché, ma eri rimasta intrappolata nel filtro antispam…
Be’, effettivamente, rileggendo, in realtà la macchietta della situazione sono io!!🙂


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: