jump to navigation

Gli zucchini ripieni 25 giugno 2006

Posted by Isadora in IsaInCucina.
trackback

Tempo fa, sul blog della Viss, si parlava di zucchini (è un argomento ricorrente) e Placida aveva promesso la ricetta degli zucchini ripieni. Placida ha presto mantenuto la promessa, mentre io (che poi non avevo promesso nulla) ho perso un attimo di vista l’argomento. Non so come, mi è tornato in mente stamattina e siccome gli zucchini a me piacciono in tutte le salse e la mia ricetta per gli zucchini ripieni è completamente diversa da quella di Placida, ho deciso di mettere qui la mia e mi sono riproposta di provare presto la sua, ché mi sembra dimolto appetitosa.

Io preferisco gli zucchini allungati, verdi (quelli bianchi sono poco coreografici) e cerco di sceglierli di dimensioni e forma simili. Se non sono ipertrofici è meglio, ché son più saporiti e per quattro persone se ne possono prendere otto. Li svuoto con un coltellino appuntito lasciandoli interi (anche l’occhio vuole la sua parte), poi trito finemente la polpa e la faccio soffriggere in un pochino d’olio d’oliva insaporendo con sale e pepe.
Dopo averla fatta raffreddare, la mescolo a mezzo chilo di carne di maiale tritata, un uovo ed un po’ di pane grattugiato. Aggiusto di sale e pepe, e se sono di buonumore ci metto anche un po’ di parmigiano.
Con questo ripieno, ben amalgamato, riempio gli zucchini (e di solito ne rimane anche un po’ per fare un paio di polpettine) che poi faccio cuocere in padella con un po’ d’olio d’oliva.

[Io cerco sempre di farne più del necessario, perché, quelli che rimangono, li taglio nel senso della lunghezza (a barchetta) e li metto al forno a gratinare con la besciamella. Un delirio.]

Annunci

Commenti

1. Baebs - 26 giugno 2006

Questa la devo provare… grazie della ricetta!
Buona giornata

2. silvia - 26 giugno 2006

Variante di Silvia:
Io uso gli zucchini chiari perché li trovo più armonici come sapore … forse è una qualche strana mania personale.
per il ripieno, formula simile, ma mi capita di usare anche il manzo.
per la cottura: rosolo dolcemente scalogno e qualche avanzo della polpa degli zucchini tritata, poi aggiungo polpa di pomodoro a pezzetti e adagio gli zucchini ripieni e le eventuali polpettine. lascio cuocere per bene a fuoco medio. il sughetto è uno spettacolo, se ne fai abbastanza lo tieni da parte e ci condisci la pasta, è molto estivo come sapore (e in un colpo solo risolvi un altro pasto ;-))
quando torni da queste parti ti faccio avere uno “sventrazucchine” come lo chiamo io, che col coltello ci metti una vita!

Lieta di trovarti affamata!!! 🙂

3. caca - 26 giugno 2006

Gradirei avere informazioni dettagliate sui peperoni, nel caso peperonata, peperoni al forni, peperoni ripieni.
Posso perorare la mia causa direttamente con la gentile viscontessa? Oppure uso la tua esperta mediazione?

4. isadora - 26 giugno 2006

Ciao Baebs, fammi sapere come sono venuti! Comunque anche quelli di Placida mi sembrano interessanti…

Silvia, anche mia madre li fa col pomodoro… non mi piacciono… evvai di “sventrazucchine” – io uso a dire il vero un pelapatate, ma non avrei saputo spiegare bene come, quindi ho scritto coltellino. (sono a posto, Silviotta, tutto OK)

cacà, tesoro, io faccio una peperonata che è uno spettacolo! (Però sono sicura che quella della viss sarebbe più gustosa… vai direttamente dalla gentile (?) viscontessa e vediamo che ne salta fuori!)

5. PlacidaSignora - 26 giugno 2006

Proveròlli! (Intanto ieri ho segnalato questa tua da me :-***)
Riguardo ai peperoni ripieni, io li faccio esattamente come gli zucchini…

6. isadora - 26 giugno 2006

Grazie PlacidaTesora… :-*

7. silvia - 26 giugno 2006

Placida, se sei ligure come me, fai il cosiddetto “tian”, ovvero zucchini, peperoni, patate, cipolle, melanzane e pomodori, tutti stesso ripieno ma con un bellissimo effetto policromatico della teglia in tavola ed una variegata ed appagante gioia per il palato… 😉

Isa, sono proprio contenta!!! e se ti ricordi, aggiornami i numeri, devo avere della confusione in rubrica … 🙂

8. caca - 27 giugno 2006

Silvia cara, trattasi di rataui, piatto piemontese, ottimamente interpretato all’elba.


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: