jump to navigation

Riassumendo 10 settembre 2006

Posted by Isadora in Sammelsurium.
trackback

La settimana è stata ricca di eventi, il Papa è arrivato in Baviera e i più contenti sono i produttori e rivenditori di articoli vari di merchandising, che, imparata la lezione dei mondiali appena passati, si sono lanciati nella produzione di svariati gadgets di dubbio gusto, ma di sicura presa: solo il “Papstwurst” e la “Papstbier”, requisiti di base per una santa grigliata, sono stati ritirati dal mercato. In compenso è ancora reperibile il “Vatikanbrot”, il pane del vaticano.

Tra una birra e una salsiccia, anche gli appassionati di Formula 1 hanno avuto la loro dose di emozioni: grazie alla provvidenziale retrocessione di Alonso, non ci sono stati ostacoli alla vittoria di Schumacher, che ha potuto indisturbato annunciare il suo ritiro a fine stagione dalla sala stampa dell’autodromo di Monza alla fine della corsa, conclusa da vincitore. Giubilo e qualche lacrima, nessuno degli uomini in rosso è sembrato sentire quel lieve retrogusto amarognolo che dovrebbe accompagnare questa vittoria conquistata a gomitate. Ma, si sa, il mondo è dei furbi e alla fine, è del risultato che ci si ricorda.

Tra i vincitori della settimana ci sono anche tanti giornalisti, un paio di psicologi e persino qualche blogger: una ragazza giovane e carina, una storia, vera e inverosimile, talmente tragica da sembrare uscita da una telenovela di quart’ordine. La ragazza, di cui non scrivo il nome, perché non mi va di conquistare accessi lucrando su questa storia, ha deciso di mostrarsi a viso aperto in televisione e raccontare la sua storia. Ci hanno guadagnato, apparentemente, tutti: la ragazza, i media e anche il guardone che è in noi. In realtà la ragazza ha venduto proprio quella cosa che le era appena stata restituita: la libertà. Prigioniera prima fisicamente in un angusto scantinato e ora in senso figurato in un mondo che conosce il suo volto e la sua storia.

Ho vinto anch’io, nel mio piccolo, questa settimana: sono tornata in ufficio, il primo passo per reimpadronirmi della mia vita. Una vita impegnativa, devo dire, ho fatto fatica a tenere il mio ritmo, ma sono contenta. Stanca, ma contenta. E domani si ricomincia.

Commenti

1. perec - 10 settembre 2006

il Papstwurst mi fa un po’ impressione. da buona prataiola sono abituata al papa come vicino di casa, al casino del mercoledì quando ci sono le udienze, alla papamobile e alla papavita.
mi lascia ancora di stucco la storia della ragazza. mi sorprende anche chi la circonda, chi la consiglia. mi sembra una strana marionetta, pronta a muoversi disarticolata, su una scena che non possiede.
sono felice, invece, che tu sia tornata al lavoro. il ritmo verrà.
buona settimana. ottima, sarebbe meglio.

2. Baebs - 11 settembre 2006

Ciao Isa,
buon lunedì, per quanto possa esserlo, e un abbraccio stretto stretto…
Io non sono una tipa da blog raduni, devo ammetterlo, ma se organizzate qualcosa fate un fischio, cerco di esserci!

ps. per ogni kiste bier ti regalano un bicchierone da birra col Papa sopra che ti benedice… che ideoooooooooona =(
l’ho visto anch’io il bicchiere, lo potrò raccontare ai miei nipoti😛

3. eulinx - 11 settembre 2006

Sono totalmente d’accordo con quello che dici sulla ragazza. Immagino che lo pscicologo che l’ha consigliata di rilasciare l’intervista abbia ottimi motivi per farlo. Chissà quali sono (soldi a parte, ovviamente).
Per il Papa, chissà com’era la Papabirra…😉

Sono contenta che tu sia contenta. Il ritmo rallentalo, se fai fatica a mantenerlo, tanto chi ti corre dietro? (Ti corrono dietro?!)
Ma comunque quello che conta, hai ragione, è ricominciare a prendere possesso della propria vita.😉

4. paoloechiaro - 11 settembre 2006

ma avranno fatto la cartaigienica santa?

5. Zephyr - 11 settembre 2006

L’ultimo paragrafo è quello più positivo🙂
Molto importante che il ritmo lo decida tu.

6. minerva - 11 settembre 2006

più forte e consapevole di prima.
sono felice per / con te , Isa.
Ma tanto

7. caca - 11 settembre 2006

Mi unisco -giulivo- ai rallegramenti rumorosi di minnie.

8. riccionascosto - 11 settembre 2006

“Più forte e consapevole di prima” non so perché, ma mi fa venire in mente Petrolini (Minnie non me ne vorrà).
Che poi è vero, solitamente è il modo in cui si viene fuori dalle prove… migliorati (come Roma dopo l’incendio, “più bella e più superba che pria”).

Sono contenta anch’io, per/con te (e anche per la “bella Elena”, ovviamente😉 )

però non ti strapazzare troppo…

9. sgrignapola - 11 settembre 2006

Poveri colleghi, e’ finita la pacchia😉

10. Daniele Medri - 11 settembre 2006

L’unica vincitrice è la ragazza che tu non vuoi citare. Il suo nome bisognerebbe urlarlo perché ora è libera e non è più vittima.

Bisognerebbe urlare anche il nome del suo aguzzino, mostrando foto e dati. Se simili crudeltà esistono lo fanno nel silenzio di chi, nel nome del privacy altrui, ama non essere disturbato.

11. minerva - 11 settembre 2006

suona forse retorico e rumoroso?
effettivamente capisco che di certe crescite se ne possa fare tranquillamente a meno e che è possibile che nell’immediato invece che la forza possa arrivare un’improvvisa fragilità.
la forza della fragilità o la fragile forza …ehm…come dite in germania cul de sac?
…..
pensandoci bene sono tanto solidale con i colleghi🙂

12. isadora - 11 settembre 2006

Be’, Daniele, tu hai “scalato le classifiche” di wordpress.com scrivendo nome e cognome della ragazza in questione nei titoli di due posts più volte aggiornati con sapienza e conditi di foto e trackbacks, quindi sai bene di che parlo.
Io auguro a questa ragazza soprattutto serenità e spero per lei che i media, nei miei occhi i suoi nuovi aguzzini, in futuro la lascino in pace. Ma non ci conto.

A tutti gli altri dico un grazie di cuore, voi non lo sapete, ma mi avete fatto tanta compagnia, in questi ultimi mesi un po’ complicati.

Sgrigna, Minni, i colleghi si sono fatti due mesetti in panciolle liberi dalla bacchettatrice, ora devono subire!!

13. silvia - 11 settembre 2006

mi associo a sgrigna e minni, la faccenda per loro si fa tetra e pesa!😀
… vedrai che tra un paio di giorni trovano una buona occasione per tentare di addolcirti😉

14. maria josé - 13 settembre 2006

Bentornata,

( pat pat sulla schiena :p)

Ciao

Maria José


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: