jump to navigation

Giovedì grasso 15 febbraio 2007

Posted by Isadora in PilloleDiGermania.
trackback

Hooriger Bär Poppelzunft Singen
Me l’ero quasi dimenticato. Mi è venuto in mente questa mattina, quando, sulla via dell’ufficio, ho incrociato due bimbi in costume da fantasma (lenzuolo con due buchi per gli occhi). Poco più tardi, imbattendomi in un paio di signore travestite da galline, mi è venuto in mente: oggi comincia il carnevale tedesco con la Weiberfastnacht, in Renania, o Schmutziger Donnerstag in Svevia e il carnevale, in Germania, è una cosa seria.

Weiberfastnacht significa più o meno “carnevale delle donne” (Weib significa femmina, Fastnacht è una delle parole tedesche per carnevale, come Fasching e Karneval) e nella Renania è un giorno quasi festivo: molte ditte chiudono i battenti verso ora di pranzo, anche perché i festeggiamenti cominciano solitamente undici minuti dopo le undici. Da Bonn a Colonia a Düsseldorf una delle più popolari tradizioni di questa giornata è il taglio della cravatta, simbolo del potere maschile; le donne hanno oggi “Narrenfreiheit”, la libertà che si concede ai matti, e si fanno perdonare con un bacio.

Gli Svevi, invece, sono più prosaici e festeggiano il Giovedì grasso (in questo caso, infatti, schmutzig non deriva da Schmutz, lo sporco, ma da dal termine alemanno per grasso), nel medioevo uno degli ultimi giorni in cui si poteva mangiare carne prima del digiuno precedente la Pasqua e, a causa dei complessi rituali liturgici, l’ultimo giorno utile per macellare prima dell’arrivo del mercoledì delle ceneri. Ancora oggi, il carnevale in questa zona si festeggia esclusivamente il giovedì grasso, il lunedì seguente (Rosenmontag) ed il martedì grasso, gli unici giorni in cui la liturgia cattolica lo permetteva. A sud di Stoccarda i festeggiamenti più pittoreschi e noti sono quelli di Villingen e di Rottweil, che celebrano il carnevale svevo-alemanno secondo tradizioni secolari.

Un paio di link da Wikipedia per chi parla il tedesco:
Schwäbisch-alemannische Fastnacht
Rheinischer Karneval

Commenti

1. sgrignapola - 16 febbraio 2007

Curioso il fatto che in Renania i festeggiamenenti inizino alle 11:11, sai perche’? O che significato ha?

2. isadora - 16 febbraio 2007

Ha un qualche significato cabalistico, ma mi devo informare… comunque l’inizio ufficiale del periodo di carnevale viene festeggiato (persino in luoghi a digiuno di carnevale come Berlino) l’undici di novembre undici minuti dopo le undici, ovvero 11.11 11.11

3. strudel - 16 febbraio 2007

Cara la mia Isetta , in Italia di serio abbiamo la noia e l’attacamento ai soldi e alla tv. Comunque a proposito di grasso come vanno le cose là dietro?

4. gemisto - 16 febbraio 2007

Caro strudel, permettimi di dissentire, in Italia in questo periodo c’è tanto di serio: le frappe, le castagnole, gli struffoli, la cicerchiata, le zeppole, i krapfen, i tortelli o ravioli ripieni, ecc. ecc.

5. Silvia - 16 febbraio 2007

Ciao Isa! Tutto bene, bella pupazza?
In effetti l’11 è un numero molto importante. per gli ebrei è il numero di Lilith, per i tarocchi è la forza, per la numerologia è il primo numero mastro; l’associazione di 2 undici può essere intesa come il caos, la porta tra due mondi, il contrasto bene e male, le due grandi opposte forze.
C’è parecchio su internet, ma è tutto mescolato ad un mucchio di fuffa da oroscopari-fai-da-te o da fissati di esoterismo commerciale. Varrebbe la pena di fare un giro alla libreria esoterica😉

6. Massimiliano - 16 febbraio 2007

Salve, c’e’ la possibilita’ di scrivere ad ISA per porgere le mie scuse?
se invio a questo indirizzo non mi funziona!! IsaBlog [at] googlemail [dot] com
Grazie ancora!!!

7. isadora - 16 febbraio 2007

Massimiliano, non c’è bisogno di porgere scuse. L’indirizzo mail funziona, basta togliere gli spazi ed inserire i caratteri appropriati al posto di [at] e [dot] 😉

Silvia, tutto bene, sempre di corsa, ma tutto bene! Grazie per le informazioni sull’undici, cercherò anch’io e se trovo qualcosa vi faccio sapere!

Grande Gemisto!😛

Strudel, vista da dietro dimostro sedici anni🙂🙂

8. perec - 17 febbraio 2007

ultimamente a roma combatto per le castagnole col rosolio. in romagna grondano di rosolio, qui per nulla. e quelle bianche che non impiastricciano non mi sembrano nemmeno valide. prenderò seriamente in considerazione il costume nella foto, per un giro in via cola di rienzo all’ora giusta per spaventare tutte le principessine ch ci staccheggiano… baci. anche a sgrigna.

9. strudel - 17 febbraio 2007

Strudel, vista da dietro dimostro sedici anni

ANCHE IO, Strudel

10. isadora - 18 febbraio 2007

Sgrigna, aggiornamento: l’undici di Novembre è, nel calendario Gregoriano, il 350mo (351mo negli anni bisestili) giorno dell’anno; mancano quindi 50 giorni alla fine dell’anno. Di qui probabilmente la funzione simbolica dell’undici; il carnevale comincia infatti l’11.11 alle 11:11. Di più non ho trovato…😦

11. sgrignapola - 19 febbraio 2007

L’unidici Novembre e’ il 315mo giorno. Se trovo qualcosa di interessante faro’ sapere.

12. isadora - 19 febbraio 2007

Eh, sì, sgrigna, mi sono vertippata😎 certo che è il 315mo…


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: