jump to navigation

Paese che vai 19 giugno 2007

Posted by Isadora in PilloleDiGermania.
trackback

In Italia, almeno a giudicare dalle statistiche di accesso qui e dalla lista dei post più gettonati su wordpress, i grandi problemi del momento sono i DICO, le crocs, gli esami di maturità e… il nocino (eh, sì, tra poco è san Giovanni). In Germania, come riporta anche Carletto, le radici quadrate.

La notizia è presto detta: la Polonia vuole riaprire la discussione sulla Costituzione Europea per cambiare i rapporti di potere tra i paesi membri. Nell’attuale proposta, infatti, è previsto che, per ottenere una maggioranza qualificata occorra il voto dei rappresentanti di almeno quindici paesi che rappresentino almeno il 65% della popolazione complessiva. La Polonia, invece, minaccia di porre il veto al pacchetto costituzionale se non verrà accettata la sua proposta, che prevede una maggioranza calcolata in base alla radice quadrata del numero dei cittadini degli stati membri.

Sembra un’idea balzana, in realtà si tratta di un calcolo politico che diminuirebbe a scalare l’influenza dei paesi con il maggior numero di abitanti (Germania, Francia, Inghilterra, Italia, Spagna e Polonia) ed aumenterebbe quella degli altri paesi, più piccoli (il grafico di Der Spiegel) rispetto alla proposta, lasciando i rapporti di forza più o meno come sono ora (linea arancione nel grafico).

Proprio questa troppa influenza da parte dei paesi più piccoli, che attualmente hanno un potere decisionale “pro capite” molto più alto di quelli più grandi, è da sempre motivo di accese discussioni a livello europeo, essendo spesso usata per fare leva in occasione di trattative sulla distribuzione di sovvenzioni, mentre la Polonia vuole sdoganare la proposta costituzionale, più aderente ai reali equilibri, come ingiusta, probabilmente per paura di perdere una parte delle abbondanti sovvenzioni per l’agricoltura, ma anche come personalissima battaglia contro l’invisa Germania.

Commenti»

1. Chefblog - 20 giugno 2007

Ciao ,

ho visitato il tuo blog, grazie per avermi inserito nei link di cucina, mi fà molto piacere !

Christian

2. amosgitai - 20 giugno 2007

Problematiche davvero complesse. Pur essendo di tipo europeo, quando i nostri politicanti si occuperanno davvero dei nostri problemi reali???

Il mio blog sul cinema e viaggi: sei invitato!

3. dioniso - 20 giugno 2007

Sempre piu’ spesso mi sto chiedendo perche’ la Polonia sia entrata nell’Unione Europea. Ha sempre e solo creato problemi. Gia’ da prima di entrare.

4. dioniso - 20 giugno 2007

Ho dato uno sguardo al quotidiano e mi sembra che a rimetterci sarebbero soprattutto i 4 grandi con la Germania al primo posto. Infatti, secondo i numeri che ho letto, la diminuzione dell’influenza polacca e’ solo apparente. Cioe’ il valore assoluto diminuisce passando dall’8 al 7,8 %, questa percentuale rappresenterebbe un peso relativo maggiore se si pensa che la Germania passerebbe dal 17,2 all’8,4%

5. isadora - 21 giugno 2007

…e Der Spiegel pubblica un bellissimo articolo (in Inglese) sulle differenze d’opinione far i leader europei (ora sono gli inglesi a fare le bizze): Europe divided on how to unite.

6. dioniso - 22 giugno 2007

Pare che la ciliegina sulla torta della proposta polacca sia arrivata ieri. Leggo sul Suedkurier: la nuova proposta proveniente da Jaroslaw Kaczynski prevederebbe un conteggio basato sui morti nella II guerra mondiale e sui loro potenziali discendenti. Secondo i loro calcoli, senza quei morti la Polonia oggi conterebbe 66 invece che 38 milioni di abitanti. Penso che nemmeno Calderoli nella sua giornata piu’ creativa arriverebbe a tanto.
Saluti

7. isadora - 22 giugno 2007

Sì, dioniso, ne scrive anche carletto sul suo blog. è un teatrino dell’assurdo. I Kaczynski sono due personaggi davvero inquietanti per tanti versi, e l’immagine della Polonia ne fa le spese, esattamente come l’Italia per anni, è stata guardata come una surreale repubblica delle banane a causa del nano. Vediamo un po’ per quanto tempo ancora i polacchi sopporteranno…


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: