jump to navigation

Cesaria Evora, ma live! 24 giugno 2007

Posted by sgrignapola in L'angolo di Sgrigna, MusicaMusica.
12 comments

A me ascoltare la musica latina mi faceva un po’ l’effetto di un piatto di spaghetti aglio e olio su un vampiro transilvano.
Poi qualche anno fa, ho masterizzato ascoltato Cafe Atlantico. Quel giorno ho capito come si è dovuto sentire San Paolo caduto da cavallo sulla via di Damasco, voglio dire a parte il mal di testa che avrà avuto.
Son partito lancia in resta e ho comprato tutto quello che ho trovato.
La scorsa settimana la diva scalza africana è arrivata proprio in Michigan per un concerto. Avevo il biglietto in mano da mesi.
Quando è timidamente trotterellata sul palco, mi sembrava Yoda con un camuflage amazzonico; poi ha iniziato a cantare. E son mezzo svenuto, l’unica cosa che percepivo, oltre la musica, era la pelle d’oca che scendeva lungo la schiena a ondate verso il culo.

Annunci