jump to navigation

Berlin-Tempelhof 28 ottobre 2007

Posted by Isadora in Berlino.
trackback

Pierluigi Mennitti scrive di Tempelhof, l’anacronistico aeroporto nel cuore di Berlino che rischia la chiusura e, leggendo, non posso fare a meno di ricordare.

La prima volta che ci atterrai ero solo in visita. Era la prima volta che andavo a Berlino, a dire il vero sapevo poco o nulla della città, della sua geografia, della sua storia. Stavo andando a trovare quello che anni dopo sarebbe diventato mio marito e, nella foga di uscire, dimenticai di prendere la valigia. O meglio: imboccai l’uscita aspettandomi di entrare nella sala di ritiro bagagli, invece ero già fuori. Tempelhof, allora non lo sapevo, è piccolo piccolo, non c’è una sala apposita per ritirare le valigie. Anche gli aerei che vi atterrano sono piccoli piccoli, e sembrano sfiorare i tetti delle case nelle vicinanze: l’amico Lars, che aveva un buco di appartamentino da studente proprio al confine con la pista, sosteneva di conoscere di vista tutti i piloti.

Tempelhof è un aeroporto caro ai berlinesi più anziani, quelli che vissero il ponte aereo del ’48 e ancora parlano dei Rosinenbomber, gli aerei che rifornivano la Berlino ovest isolata dall’Unione Sovietica di cibo e carbone e lanciavano dolciumi in volo sopra alla città; per molti, forse più giovani, è solo un piccolo aeroporto che porta rumore ed inquinamento nel cuore di un quartiere densamente abitato. Eppure, tutti i tentativi di chiuderlo e di spostare il traffico sugli altri due aeroporti di Berlino, Tegel e Schönefeld, sono finora falliti e, a partire dal 15 di ottobre di quest’anno, si stanno raccogliendo firme per indire un referendum ed impedirne la chiusura.

Forse, se vivessi ancora a Berlino, magari in un appartamento come quello di Lars, preferirei che questo referendum non si facesse e che al posto dell’aeroporto ci facessero un bel parco e magari un museo. Sarebbe la cosa migliore da fare, razionalmente. Eppure c’è una piccola parte di me che, egoisticamente, spera che Tempelhof rimanga così com’è, coi suoi areoplanini, lo Zeppelin, la sua architettura un po’ austera ma elegante che fanno di un banale volo a Berlino un piccolo tuffo nel passato.

Commenti»

1. Pacina - 29 ottobre 2007

O.T. ( ma neanche poi così tanto visto che sempre di berlino si parla… )

per il ponte dei morti vado qualche giorno a Berlin…e non ci sono mai stata…

un consiglio su una cosa che non mi devo assolutissimamente perdere??

🙂

dankeschön!

baci-paci

2. isadora - 30 ottobre 2007

Fatti un giro con il Bus 100 (comprati la Berlin-Card così puoi usare tutti i mezzi pubblici che vuoi e hai anche sconti in diversi musei), Regierungsviertel, Mahnmal, Isola dei Musei (appena restaurata), Reichstagskuppel, un giro in barca della Sprea, Potsdam, salta il Nikolaiviertel che è finto, dimentica la Friedrichstrasse, che è finta anche lei, meglio la vecchia Ku’damm, vai da KaDeWe a fare colazione all’ultimo piano… un fine settimana è troppo poco…

3. Pacina - 30 ottobre 2007

eheheh

grazie mille, prendo subito appunti e ti farò sapere al mio ritorno…

..eh si un fine settimana è poco..ma è cmq meglio che niente! 😀
[ sono due giorni che mi gira per la testa il ritornello Berlin berlin ICH fahre nach Berlin!! ]

4. walking class - 1 novembre 2007

e atterra a tempelhof, visto che fra un po’ lo chiudono 😉
Scherzi a parte, è certamente anacronistico, come dice Isa ma ho ascoltato molte buone ragioni di chi pensa che sia più utile risparmiare un po’ di soldi (il nuovo aeroporto costerà tantissimo) e mantenere i tre esistenti potenziando Tegel e Schönefeld. Londra ha quattro aeroporti, Parigi due, Roma due, Milano due. La Germania invece adotta prevalentemente la strategia di un unico grande aeroporto, un po’ adeguandosi alle preferenze della potente Lufthansa che gradisce concentrare risorse e personale in un unica sede, piuttosto che sparpagliarla in più aeroporti. Non sempre però la scelta paga: mi dicono che utilizzare il nuovo aeroporto di Monaco di Baviera sia un incubo, ma forse esagerano. Fatto sta che un mio amico che vive ai piani alti della famosa “casa multietnica” di Schöneberg (quella che non ho mai capito come fa a mantenersi in piedi sopra la strada) passa le ore a guardare gli aerei che gli passano sopra la testa atterrando a Tempelhof. Anche lui è convinto di parlare coi piloti in fase di atterraggio, penso che provi a dar loro anche qualche consiglio e forse basterebbe questo a consigliare la chiusura immediata dello scalo. Beh, tra le ipotesi di nuova destinazione tempo fa l’Economist suggeriva di concentrarvi le università berlinesi: non male come idea. Ottima la piccola lista su quel che si deve fare in due giorni a Berlino: una buona guida non avrebbe saputo consigliare di meglio. Ciao.
Pierluigi

5. isadora - 2 novembre 2007

Pierluigi, io ho lasciato Berlino nel ’99 e su Schönefeld si litigava già allora… 🙂 Tempelhof è un gioiellino, ma effettivamente è un po’ troppo in mezzo al centro abitato.
Per quanto riguarda la “guida”, in due giorni si può far poco e Berlino è grande. Io ho messo lì un po’ di cose che piacciono a me (specialmente le gite in barca sulla Sprea, dal fiume si vede una Berlino completamente diversa…). Ciao e grazie!

6. inquilina g - 3 novembre 2007

Viva Tempelhof, qualunque cosa ci faranno. Noi abitiamo là dietro, quando siamo a Berlino e anche noi andiamo a veder gli aerei.

7. isadora - 4 novembre 2007

Ciao inquilina g, ma davvero hai casa dalle parti di Tempelhof? Mi state facendo tornare in mente tante cose, coi vostri commenti… 🙂

8. Pacina - 5 novembre 2007

ahhh!
tornata oggi dopo una notte a bamberg!!

berlino mi è piaciuta tantissimo!!!

purtroppo niente giro sulla sprea ( pioveva e poi non avevo abbastanza tempo! ) ma ottima la reichstagkuppel e l’isola dei musei 🙂

poi museo del muro e giro per hansaviertel ( e e ostrica incinta o cozza gravida – come ho sentito dire da un tipo sul bus 100 ) e prima di andar via olympiastadion

🙂

grazie mille ancora degli ottimi consigli

baci-paci


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: