jump to navigation

Der Adventskalender 2 dicembre 2007

Posted by Isadora in PilloleDiGermania.
Tags:
16 comments

Adventskalender
Una delle tradizioni che più mi piacciono del Natale tedesco è quella dell’Adventskalender: un calendario oggi standardizzato a 24 caselle che accompagnano i giorni dell’Avvento fino a Natale.
L’usanza risale al XIX. secolo, quando la celebrazione del Natale entrò nei salotti borghesi: le famiglie credenti appendevano al muro un’immagine per ogni giorno dell’avvento, un modo per solennizzare l’attesa dell’arrivo del Natale e renderla tangibile anche per i bambini. Un’altra usanza legata alla celebrazione dell’attesa è in Germania quella dell’Adventskranz, la corona dell’Avvento, una corona di rametti d’abete intrecciati con quattro candele che vengono accese una ad una nelle quattro domeniche dell’Avvento, a celebrare la venuta di Cristo alla fine dei tempi, la preparazione all’arrivo del Salvatore, San Giovanni Battista e la Vergine Maria.

In passato e talvolta ancora oggi le mamme tedesche preparavano un calendario dell’avvento da mangiare, più spesso si ricorre ad un calendario di produzione industriale: si dice che l’idea di fare un calendario stampato per l’Avvento l’abbia avuta un certo Gerhard Lang, che nel 1908 commercializzò il primo calendario dell’Avvento “industriale” con 24 immagini da ritagliare ed incollare su un pannello con 24 apposite caselle. Negli anni Venti fecero la loro comparsa i primi calendari con porticine da aprire. La produzione fu interrotta durante la seconda guerra mondiale; nel ’58 alla carta si aggiunse la cioccolata.

[L’immagine riportata è di un calendario dell’Avvento in vendita su Adventskalender.net]