jump to navigation

Nero 6 luglio 2008

Posted by sgrignapola in L'angolo di Sgrigna.
trackback

Chiuso tutto. Quattro valigie, tre scatole di cartone e cinque anni d’America.
Un viaggio sola andata Dallas Zurigo.
Appena ne ho avuto la possibilità son tornato in Italia per passare un fine settimana con la mia famiglia.
Ho preso il treno, seduti vicino a me c’erano due somali.
Abbiamo chiacchierato un po’.
A Chiasso, al confine, il treno si è fermato. E’ salita la polizia, prima quella svizzera. Mi hanno chiesto i documenti. E poi mi hanno fatto vuotare la borsa che avevo con me.
C’erano parecchi libri e hanno preteso che li sfogliassi tutti uno ad uno.
Poi è arrivata quella italiana. Mi hanno chiesto di riaprire la borsa e hanno controllato ogni singola tasca, poi ancora i libri e poi i documenti.
Quando se ne sono andati, ho guardato i due somali e sorridendo gli ho detto se sembravo così tanto un terrorista.
Uno dei due si è girato verso di me, e sempre sorridendo, mi ha risposto: – ti e’ andata ancora bene, almeno non sei nero.

Advertisements

Commenti

1. sgrignapola - 7 luglio 2008

No ma dico ma che paese stiamo diventando?
Ma questa l’avete letta? E’ sul Corriere di oggi a proposito del centro islamico di Milano.

Ignazio La Russa, ieri si è sentito in dovere di chiarire: «Nessun divieto di culto. Pretendiamo solo che i sermoni siano in italiano e di conoscerne il testo prima».

2. cktc - 7 luglio 2008

Allora ce l’hai fatta!!!! Wow, sei più vicino di “noi” ormai!
Non ti sei sentito un po’ un Nino Garofalo dei tempi moderni? (cf Nino Manfredi in “Pane e Cioccolato”, hai in mente quel personaggio?) 😉 Un episodio buffo cmq il tuo nonostante la situazione sgradevole…
Tanti auguri per la tua “nuova” vita Sgrigna!

3. Ai@ce - 7 luglio 2008

per fortuna che non hanno controllato se i libri erano nella lista nera…

4. mbj - 7 luglio 2008

se avessi avuto tra i tuoi libri il corano, a quest’ora saresti stato al gabbio …
bah.. menomale che siamo un popolo “civile”

5. sgrignapola - 7 luglio 2008

@cktc Il film non l’ho visto. So che e’ un classico, ma mi manca. Grazie degli auguri.
@Ai@ce 😀
@Secondo me cercavano qualche piantina particolare messa a seccare come segnalibro.

6. Claudio - 7 luglio 2008

Finalmente qualcosa di reale in un post.Ti leggo da due mesi(post vecchi) e ti faccio i complimenti per come scrivi.Solidarietà invece per la spiacevole situazione che hai racccontato.

7. Boh/ Orientalia4All - 8 luglio 2008

pensavo fossi in Svizzera… (mi sa che sbagliavo)
🙂

8. sgrignapola - 11 luglio 2008

@Claudio,
grazie.
@Boh/Orientalia4All
O magari hai delle doti da veggente. 😉

9. chiaradavinci - 13 luglio 2008

Bentornato tra noi. Ti auguro di non prendere la tramvata in faccia che ho preso io 5 anni fa al mio rientro e ti suggerisco di leggere “Talento da svendere” di Irene Tinagli (Einaudi), giusto per tirarti su il morale.

10. sgrignapola - 22 luglio 2008

Chiara, grazie.
E per citare un classico: “mo me lo segno”

11. Painters London - 28 luglio 2008

pensavo fossi in Svizzera


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: